Cerca

Biennale Venezia: Curiger, arte che illumina e nazioni al centro kermesse

Cultura

Roma, 24 mag. - (Adnkronos) - Il titolo della Biennale e' 'ILLUMInazioni' perche' ''l'idea e' quella di parlare dell'arte che illumina lo spettatore ma anche delle nazioni che sono una parte fondamentale della Biennale di Venezia con i loro padiglioni''. Lo afferma in un'intervista al quotidiano 'La Stampa' Bice Curiger, curatrice della Biennale di Arti Visive che si apre la prossima settimana a Venezia.

Curiger spiega il perche' della scelta di portare tre opere del Tintoretto tra quelle di arte contemporanea: ''Tintoretto e' un artista che rompe con le regole del Rinascimento, la sua 'Ultima cena' rispetto a quella di Leonardo frontale e ordinata, e' rivoluzionaria''. Afferma di non avere paura delle critiche: ''Spero non mi distruggeranno, ma se succedera' la Biennale non e' tutta la mia vita. Sopravvivero'''. E confessa di avere un desiderio: ''Spero che la gente possa essere davvero illuminata da quello che vedra' alla Biennale''.

La curatrice della rassegna veneziana parla anche della nostra politica: ''La politica italiana e' molto teatrale -afferma- e la Biennale e' un satellite di questo teatro. Ma io mi posso permettere il lusso di guardare la situazione da una certa distanza. Anche se mi sento molto italiana, mia madre era ticinese. Ma tuttavia quei pochi chilometri al di la' del confine mi proteggono dai problemi e dalle battaglie quotidiane che ci sono in Italia'', conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog