Cerca

Armani: utile di 161 mln nel 2010 (+80%), liquidita' per 604mln euro

Finanza

Milano, 24 mag. - (Adnkronos) - Utile in crescita per il Gruppo Armani che manda in archivio un 2010 segnando un +80% pari a 161 milioni di euro, potendo contare su una liquidita' di 604 milioni di euro, in aumento del 35% rispetto ai 447 del 2009. Aumentano i ricavi che si portano a 1.587,6 milioni di euro, +4,6% (erano 1.517,6 nel 2009), mentre l'ebitda raggiunge i 321,6 milioni di euro, (+47,5%). Gli investimenti patrimoniali ammontano a 91 milioni rispetto ai 64 dell'anno precedente. Il bilancio registra anche una espansione record della rete retail con l'apertura nel 2010 di 81 punti vendita freestanding, per un totale di 1.792 pv nel mondo. Gli investimenti sono stati di 91 milioni di euro, in aumento del 42% rispetto ai 64 milioni impiegati nel passato esercizio. Il gruppo ha infatti proseguito il programma rivolto, in particolare, all'espansione della propria rete distributiva. Il 2011 si apre con una la campagna vendite autunno/inverno 2011/12 ha infatti registrato un forte incremento, + 20%, rispetto alla contro-stagione e il ritmo delle aperture di nuovi punti vendita e' ulteriormente aumentato.

"Il 2010 e' stato un anno molto positivo per il Gruppo Armani a testimonianza della sua capacita' di reagire prontamente alle difficolta' derivate da una crisi che ha colpito anche il settore della moda e del lusso. In questo difficile contesto - ha detto Giorgio Armani, presidente del Gruppo - la nostra strategia e' stata principalmente orientata a mantenere una distribuzione qualificata e a soddisfare una domanda in rapida trasformazione".

"Un portafoglio marchi diversificato in grado di rispondere velocemente alle evoluzioni del mercato e la solidita' del nostro modello di business che si appoggia su un partenariato forte e di lungo termine con i nostri clienti wholesale e con i grandi licenziatari, hanno reso ancora piu' efficace questa strategia, ponendo allo stesso tempo le basi per rilanciare ulteriormente la nostra espansione. Continueremo - ha dunque assicurato - quindi ad attuare il nostro programma di sviluppo della rete distributiva mondiale e a rafforzare ulteriormente i marchi e l'offerta commerciale del portafoglio del Gruppo Armani".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog