Cerca

Omicidio Rea: fratello Melania, se avesse saputo di essere tradita lo avrebbe detto

Cronaca

Roma, 24 mag. - (Adnkronos) - "Melania avrebbe fatto fuoco e fiamme sarebbe andata fino in fondo. Diretta senza paura di rovinare la carriera al marito o di far scoppiare un grosso scandalo che coinvolgeva anche la caserma. Era impulsiva, credeva nei valori della famiglia, del matrimonio e se avesse saputo qualcosa di grave non si sarebbe fermata ne' intimorita. Avrebbe affrontato il problema: anche a costo di suscitare uno scandalo". Lo afferma in un'intervista a 'Qn' Michele Rea, fratello di Melania, la donna scomparsa e trovata morta nel bosco delle Casermette a Ripe di Civitella, nel teramano, dicendosi convinto che la ragazza non fosse al corrente dei tradimenti del marito.

In merito ai rapporti con Salvatore Parolisi, il fratello di Melania precisa che "dobbiamo scindere le relazioni extraconiugali con le altre donne dall'omicidio. E' chiaro che il nostro rapporto era basato sulla fiducia che adesso e' venuta a mancare. Ma non penso ad altro. Aspetto il verdetto degli inquirenti e poi mi chiariro' con lui".

"Ho visto - dice il fratello di Melania - come stanno lavorando gli inquirenti e ho fiducia nei magistrati. Credo che si arrivera' a dare un volto a che ci ha portato via Melania in questo modo orribile". Ha un sogno Michele Rea, quello di "scrivere un libro su Melania, su com'era davvero questa ragazza bella e solare. Abbiamo conservato tutto: i biglietti, i messaggi, le testimonianze di solidarieta' che ci hanno profondamente emozionato. E anche in questi momenti terribili e' importante sapere che c'e' tanta gente che ci sta vicina con il cuore, senza pretendere nulla".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog