Cerca

Lazio: Forte, educare i bambini a percepire la diversita' come valore

Cronaca

Viterbo, 24 mag. - (Adnkronos) - "La diversita', purtroppo, ancora oggi e' in alcuni casi vista come una minaccia. Bisogna educare i bambini a percepire le differenze non come un limite,ma come un valore e un diritto. E la scuola e' l'ambiente ideale che ripropone in scala ridotta la comunita'. Dove ciascun bambino puo' entrare in contatto con alunni stranieri o portatori di handicap e, sotto la guida degli insegnanti, creare i presupposti per una cultura dell'accoglienza, che non emargina chi non e' 'uguale' o chi non e' in grado di seguire il ritmo dei migliori. Ecco perche' come Regione abbiamo voluto promuovere un progetto come 'La scuola delle diversita'' e l'entusiasmo dei bambini mi sembra commenti da solo il successo dell'iniziativa". Lo ha dichiarato l'assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte, a margine dell'incontro di questa mattina, presso il teatro San Leonardo di Viterbo, con i bambini coinvolti nel progetto 'La scuola delle diversita''.

Un'iniziativa promossa dall'assessorato regionale e realizzata, con il coordinamento del Presidio del Lazio - Centro Servizi Regionale per l'autonomia e le diverse abilita', da un gruppo integrato di operatori, con e senza disabilita', di nazionalita' italiana e bielorussa della cooperativa sociale Matrioska. Lo scopo: educare i bambini al rispetto delle diversita' attraverso 28 incontri-laboratorio, che si sono svolti dal 14 marzo al 17 maggio, sul tema dell'integrazione sociale e culturale. Gli incontri hanno portato alla realizzazione di una mostra dei disegni realizzati dagli alunni sul tema, di un lenzuolo lungo 36 metri sul quale sono state impresse le sagome che si intrecciano simbolicamente di tutti i 180 bambini che hanno partecipato ai laboratori e di un video-racconto di 40 minuti dal titolo 'La scuola delle diversita''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog