Cerca

Cagliari: truffe a pazienti, arrestato chirurgo e denunciata endocrinologa

Cronaca

Cagliari, 24 mag. - (Adnkronos) - Truffa aggravata, peculato, abuso d'ufficio, falso materiale e ideologico. Con queste accuse i carabinieri del Comando provinciale e dei Nas di Cagliari e del Gruppo per la tutela della salute di Roma stamani hanno posto agli arrestati domiciliari il chirurgo vascolare della Asl di Carbonia Mariano Carcassona, di 57 anni. Per truffa aggravata e prescrizione non terapeutica di sostanza stupefacente e' stata invece denunciata l'endocrinologa Laura Petrini, 67 anni, dipendente dell'Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari. I provvedimenti sono stati emessi dal Gip Cristina Ornano su richiesta del pm Giangiacomo Pilia, che ha condotto le indagini.

L'operazione 'Doppler' prende il via agli inizi dello scorso anno, dopo un controllo di routine dei Nas di Cagliari in alcune farmacie di Carbonia e Giba, dal quale emergono prescrizioni anomale da parte della Petrini di 'fendimetrazina', un farmaco utilizzato per cure dimagranti, senza osservare le norme sull'uso terapeutico.

A quel punto i carabinieri mettono sotto osservazione lo Studio medico Angiologico di Carcassone, dove lavora anche la Petrini. Ma Carcassona e la Petrini sono dipendenti a tempo pieno della Asl 7 di Carbonia e dell'Azienda ospedaliera di Cagliari e non hanno mai comunicato la loro attivita' di 'intra moenia', ovvero l'attivita' privata consentita ai medici di strutture pubbliche, per la quale si devono comunicare alla propria Asl le visite private effettuate e versare una quota dell'onorario percepito. Da qui l'accusa di truffa, peculato e abuso d'ufficio. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog