Cerca

Milano: Pisapia, Moratti chieda scusa e riveli mandanti (2)

Politica

(Adnkronos) - "Io -continua Pisapia- le cose le chiarisco con i cittadini. Non aumentero' nessuna tassa a Milano". Riguardo alla veloce stretta di mano di ieri con la Moratti, Pisapia spiega che si e' trattato di "un gesto di gentilezza: do le mani a tutti. Forse ha cambiato idea lei, ma comunque quello su cui non cambio idea e' che prima di avere un confronto con lei mi chieda scusa pubblicamente e soprattutto dica chi sono stati i mandanti di quella vergognosa scena che nessuno puo' aspettarsi da un sindaco di Milano che vuole essere leale".

"Credo -prosegue Pisapia- che la lealta' tra competitori politici sia fondamentale per potervi avere fiducia. I milanesi non possono piu' avere fiducia in un sindaco che ha atteggiamenti come quello che ha avuto nel confronto con me Letizia Moratti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog