Cerca

Governo: Pedica (Idv) su ministeri, si sacrifica Alemanno per qualche voto

Politica

Roma, 24, mag. - (Adnkronos) - ''Se le amministrative hanno messo in evidenza una maggioranza di governo in crisi, spaccata all'interno del suo stesso schieramento, la sorpresa piu' amara l'ha avuta il sindaco di Roma, pronto ad essere sacrificato sull'altare della disperata ricerca dei voti con la scellerata proposta dello spostamento dei ministeri a Milano''. Lo afferma in una nota il senatore dell'Italia dei Valori Stefano Pedica.

''Alemanno che ora si indigna e batte i pugni sul tavolo, minacciando proteste e manifestazioni, si ricordi che non solo ha gettato la citta' in pasto agli avvoltoi, che hanno saccheggiato le municipalizzate, ma anche ai leghisti che non le hanno mai riconosciuto il ruolo di capitale - aggiunge Pedica - Non e' bastata la pajata in piazza per far passare al caroccio le velleita' del separatismo estremo. Alemanno con le sue scelte politiche ha pensato ai suoi personali interessi e poco a quelli della citta' che governa. Un sindaco maldestro e credulone, che, restando con un pugno di mosche in mano, allarga piu' che mai all'Udc e cerca di ricucire con il partito di Fini cercando di riagganciare il suo ex assessore Croppi, con il quale, a quanto sembrerebbe, la scusa per fare pace e' data dalla promessa della direzione del Macro''.

''Dopo il rimpasto degli assessori ci sara' un rimpasto ideologico - si domanda Pedica - Alemanno ha sbagliato tutte le scelte fatte durante i tre anni di mandato si dimetta e chieda scusa ai romani''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog