Cerca

Letteratura: e' morto Roberto Sosa, il poeta nazionale dell'Honduras

Cultura

Tegucigalpa (Honduras), 24 mag. - (Adnkronos) - Lo scrittore Roberto Sosa, considerato il "poeta nazionale" dell'Honduras, e' morto ieri sera in un ospedale di Tegucigalpa all'eta' di 81 anni. Nato nella citta' di Yoro nel 1930, Sosa ha definito l'Honduras nelle sue poesie come ''un paese bambino'' e la descrizione della natura selvaggia e delle condizioni di poverta' sono temi costanti della sua produzione lirica, capace di mescolare anche argomenti amorosi e politici.

La sua ragguardevole opera ha ricevuto significativi riconoscimenti in numerosi Paesi - ad esempio in Spagna, Francia, Stati Uniti e nel mondo latinoamericano - ed e' stata tradotta in una decina di lingue, tra le quali il tedesco, il cinese, il francese, l'inglesse, l'italiano, il giapponese e il russo. E' stato anche collaboratore giornalistico di varie riviste, direttore di periodici letterari ed ha insegnato alla Universidad Nacional Autonoma de Honduras.

Sosa e' autore di una ventina di libri, tra i quali figurano ''I poveri'' (1968), ''Un mondo diviso per tutti'' (1971), ''Muri (1966)'', ''Calligrammi'' (1959), ''Il mare interiore'' (1967) e ''Il lamento delle cose'' (1979). La sua opera ha rappresentato uno dei filoni lirici piu' importanti della poesia avanguardista dell'America Latina. Sosa ha ricevuto il Premio Adonais di poesia in Spagna e il Premio Casa de las Americas a Cuba. Nel 1990 e' stato insignito del titolo di cavaliere dell'Ordine delle arti e delle lettere della Repubblica francese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog