Cerca

Immigrati: Filippin (Pd Veneto), Zaia federalista alla Ponzio Pilato

Cronaca

Padova, 24 mag. (Adnkronos) - ''L'anima del Veneto? Non credo che il ruolo di Zaia sia quello del pastore, ma quello dell'amministratore. Come tale e come leader della maggioranza di centrodestra avrebbe potuto e dovuto allineare ad un approccio di buon senso sul tema dei profughi quegli esponenti di Pdl e Lega che hanno preferito invece darsi alla propaganda. Zaia ha praticato il federalismo alla Ponzio Pilato: perche' da un lato ha scaricato sui Comuni la patata bollente della gestione, dall'altro ha rimesso nelle mani di Roma le scelte politiche''. Rosanna Filippin, segretario regionale del Partito Democratico, del Veneto replica cosi' alla dichiarazione del Presidente della Regione Luca Zaia, secondo cui ''in Veneto c'e' un'anima sola ed e' quella che non vuole i profughi''.

''Oggi - spiega la Filippin - mi sento di esprimere vicinanza, prima di tutto, a quei sindaci, non importa di quale partito o schieramento, che hanno raccolto la sfida della solidarieta' e dell'accoglienza. Sui Comuni e sulla rete solidaristica delle parrocchie, lo Stato e la Regione scaricano a volte l'intera responsabilita' di questi problemi. Cinquecento o seicento profughi, in se', non dovrebbero rappresentare un'emergenza per una regione di quasi 5 milioni di abitanti. Ma quando chi sta sul territorio e' abbandonato dalle istituzioni e dalla politica che responsabilita' di governo, ogni problema diventa oggettivamente piu' complesso''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog