Cerca

Nucleare: Greenpeace, pronto voto all'estero ma governo affossa quesito

Economia

Roma, 24 mag. - (Adnkronos) - "Mentre alla Camera il Governo sta tentando di affossare il referendum sul nucleare, gli oltre quattro milioni di italiani residenti all'estero hanno iniziato a ricevere dal Ministero dell'Interno le schede elettorali per il Referendum sul nucleare. Un italiano residente a Madrid, ha ricevuto ieri sera una lettera dall'Ambasciata d'Italia con la dicitura "Urgente", contenente la scheda per votare lo stesso Referendum sul nucleare che in questi giorni il governo sta cercando di bloccare alla Camera". Lo riferisce Greenpeace in una nota.

"Se il Referendum verra' bloccato in aula nei prossimi giorni, chi dira' a questi milioni di italiani che la loro opinione non verra' presa in considerazione?" commenta Salvatore Barbera, responsabile della campagna Nucleare di Greenpeace. "La scritta 'urgente' sulla busta -dice- e' il messaggio piu' sensato sul nucleare che sia arrivato dal Governo in questi mesi: e' urgente che gli italiani sappiano che c'e' un Referendum il prossimo 12 e 13 giugno e che abbiamo la certezza che si potranno esprimere come sancito dalla Costituzione".

Per Greenpeace, questa "e' l'ennesima dimostrazione della situazione grottesca che si e' venuta a creare con il tentativo di invalidare un quesito referendario a poche settimane dal voto. E' ormai chiaro che sul nucleare il Governo ha perso il controllo: chiedere la fiducia sul decreto Omnibus e' un vero e proprio ricatto per evitare qualsiasi discussione democratica alla Camera su un tema come quello del nucleare che merita invece un'ampia e seria discussione sia in Parlamento che in tutto il Paese".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog