Cerca

Milano: al Niguarda caccia a melanomi con laser hi-tech

Cronaca

Milano, 24 mag. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Un laser che 'scannerizza' i nei e stana i melanomi. E' la new entry nel parco macchine dell'ospedale Niguarda di Milano, frutto della donazione di un 'mecenate' in memoria di sua madre. Il nuovo alleato tecnologico dei dermatologi permette loro di analizzare nei minimi dettagli le 'macchioline' della pelle per distinguere quelle innocue da quelle pericolose.

I dati sul melanoma cutaneo (che dai nei puo' originare), confermano la necessita' di prestare attenzione ai nei: negli ultimi 15 anni la casistica e' praticamente raddoppiata; in Italia in media si verificano 7-10 casi su 100.000 abitanti ogni anno; la fascia d'eta' maggiormente a rischio e' quella che va dai 25 ai 50 anni e le donne sono piu' colpite rispetto agli uomini. L'1,1% di tutti i decessi per cancro nel nostro paese e' dovuto a questa neoplasia, ma il melanoma si puo' fermare: infatti, scoperto in anticipo ed eliminato con una corretta asportazione chirurgica, durante la fase di sviluppo iniziale, questo tumore e' del tutto guaribile.

Prevenzione e' la parola d'ordine e la visita specialistica e' oggi supportata da una serie di dispositivi tecnologici che aiutano il medico a "vedere prima e meglio", spiegano dal Niguarda in una nota. Fra questi l'ultimo ritrovato, che lo specialista valutera' se utilizzare a seconda del caso, si chiama 'microscopio laser confocale'. In Italia e' utilizzato solo in una decina di centri e da poco anche al Niguarda, grazie alla donazione del Cavalier Vittorio Orlandi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog