Cerca

Milano: Famiglia Cristiana, con Pisapia non si rischia nulla di terribile

Politica

Citta' del Vaticano, 25 mag. (Adnkronos) - Con l'eventuale vittoria del candidato del centrosinistra Giuliano Pisapia, Milano "non rischia nulla di terribile", piuttosto "se la polemica elettorale resta ferma all'anticomunismo, al taglio delle tasse (promesso da 17 anni), fino all'assurdo della cancellazione delle multe stradali, anche se domenica vincesse la Moratti quale riforma si potrebbe attendere per una politica cosi' desolante come quella di oggi in Italia?". E' quanto scrive Famiglia Cristiana nell'editoriale del numero in edicola, intervenendo nel dibattito sulla campagna elettorale per i ballottaggi delle amministrative.

''Il premier - afferma il settimanale cattolico - ha denunciato in toni accorati il rischio che, se vincesse a Milano il candidato dell'opposizione Pisapia, in vantaggio al primo turno, la metropoli lombarda diventerebbe preda di zingari, rom, drogati, immigrati, musulmani, centri sociali, sinistra estrema: una vera 'Stalingrado italiana'. Su un sito di area cattolica e' apparsa per l'avvocato Pisapia l'accusa di 'Anticristo'''. ''Con questi atteggiamenti - prosegue - si negano decenni di storia civile di Milano, una citta' socialmente aperta e generosa sia sul piano pubblico sia su quello religioso cattolico, governata a lungo da sindaci socialisti con l'appoggio del Pci''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog