Cerca

'Ndrangheta: Ianomi si costituisce parte civile in processo Infinito

Cronaca

Milano, 25 mag. (Adnkronos) - La Infrastrutture Acque Nord Milano (Ianomi) ha dato mandato ai legali per la costituzione di parte civile in udienza nel procedimento Infinito, nel quale e' coinvolto, tra i numerosi altri, un dipendente dell'azienda arrestato nel luglio 2010 nell'ambito delle operazioni investigative che hanno condotto al processo. Lo comunica l'azienda. Il processo ad appartenenti alle cosche della 'ndrangheta, con rito ordinario, scelto da una parte degli imputati, incluso il dipendente, ha preso avvio l'11 maggio scorso.

La prima udienza e' stata interamente assorbita dagli adempimenti di verifica delle notifiche degli atti. L'istanza di costituzione di parte civile di Ianomi sara' pertanto presentata alla prossima udienza, rinviata al 14 giugno. La richiesta di Ianomi "punta a tutelare l'immagine della societa' e a conseguire il risarcimento dei danni derivanti dalla lesione del suo buon nome, infangato dalle vicende giudiziarie in parola".

"All'indomani dell'operazione e delle perquisizioni in luglio, abbiamo da subito dichiarato la completa estraneita' di Ianomi, nella propria operativita', alle infiltrazioni della criminalita' organizzata - dichiara il presidente Roberto Colombo - da allora sono trascorsi dieci mesi e mi preme sottolineare che al processo Ianomi spa non siedera' sul banco degli imputati, ma, casomai, su quello delle parti offese. Ritengo che la costituzione di parte civile sia un fatto doveroso nei confronti della nostra compagine sociale, formata dalle Province di Milano e Monza e Brianza e da 40 comuni dei bacini idrici del fiume Olona e del torrente Seveso; realta' per le quali operiamo, realizzando impianti di depurazione delle acque e infrastrutture idriche come collettori e fognature, indispensabili per la tutela ambientale del territorio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog