Cerca

Tangenti: imprenditore vittima, si vogliono sistemare per tre generazioni

Cronaca

Milano, 25 mag. (Adnkronos) - "Qui si vogliono sistemare per tre generazioni". E' questa una delle intercettazioni ambientali che compare nella richiesta di custodia cautelare in carcere nei confronti dell'ex sindaco di Cassano d'Adda (Milano) e di altre quattro persone accusate di corruzione e concussione. La conversazione ambientale e' tra l'imprenditore, la moglie e il commercialista Pierluigi Amati e ricostruisce la richiesta di denaro per un appalto. Nell'ordinanza si legge che "'vogliono' 40 euro al metro quadro, su un totale di 170mila metri cubi autorizzati, cioe' 6,8 milioni di euro", di cui il 20% da 'versare' subito. Una richiesta che l'imprenditore rifiuta, ma Amati conclude "che comunque, dappertutto, un imprenditore e' costretto a dover riconoscere un 'quid' in piu' alla politica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog