Cerca

Milano: Jovanotti, non mi aspettavo una citta' cosi' reattiva

Spettacolo

Milano, 25 mag. (Adnkronos) - ''Sono contento del primo turno delle elezioni, non mi aspettavo una Milano cosi' reattiva''. Lo afferma Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, in un'intervista a 'Gioia'. ''Pisapia -aggiunge il cantante- mi sembra una brava persona, era un grande amico di un mio amico che ci ha lasciato qualche mese fa e mi diceva sempre belle cose su di lui. Spero che si riesca a rilanciare l'innovazione, a riprendere il filo della ricerca e della scuola pubblica, della sanita', dei servizi, dei trasporti. Detto questo: temo che il risultato positivo a queste elezioni sia da attribuire piu' a una cattiva politica ed errori di comunicazione della destra che ad altro, e invece sogno, spero, credo che i temi di una sinistra moderna possano e debbano essere di per se' vincenti, oggi. Sono molto ottimista''.

L'ottimismo e l'entusiasmo d'altronde pervadono tutto il lavoro di Jovanotti: ''Ogni giorno dico porco cane, che c... che ho, in fondo ho cominciato a fare un lavoro senza saperlo fare, sono un art director piu' che un musicista, eppure da 25 anni l'affetto del pubblico non mi e' mai mancato''. E l'amore? ''e' una figata. Per la precisione: e' una figata fino a oggi. Perche' in fondo la coppia e' proprio un lavoro e non puoi prevedere quel che accadra'. Puoi impegnarti finche' e' possibile, e finche' non ti esplode il cervello''. E se la coppia scoppia: ''Dio benedica le separazioni''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog