Cerca

Sostenibilita': in Bocconi si parla di Csr, asset importante per l'impresa

Economia

Milano, 25 mag. - (Adnkronos) - La responsabilita' sociale deve essere un impegno continuativo e rappresenta un asset per l'impresa. E' quanto emerge dal convegno inaugurale del Salone 'Dal dire al fare', in corso a Milano all'Universita' Bocconi, dedicato alla responsabilita' sociale d'impresa, sotto il profilo della sostenibilita'. Per Renato Grottola, ad di Dnv, in particolare, si tratta di un tema multidimensionale e cosi' va approcciato. Non soltanto, dunque, da un punto di vista ambientale.

Si deve, spiega infatti, ''guardare alla dimensione d'insieme della sostenibilita'. Si tende di solito a considerare soltanto l'aspetto ambientale, laddove il tema e' molto piu' complesso. Riguarda, ad esempio, anche la sicurezza sul lavoro dei dipendenti, la sicurezza alimentare''. Insomma, ''e' un tema multidimensionale e, per poterlo gestire e trasformare uno in strumento di vantaggio competitivo, serve una visione d'insieme, piuttosto che cercare di indirizzarsi verso la risoluzione di un unico problema''. In questo ambito, essenziali sono le certificazioni, perche' ''sono strumento di garanzia di tutte le parti del mercato interessate''.

Integrare la responsabilita' sociale nel business ''significa portare avanti con coerenza il valore piu' profondo dell'azienda, che e' la qualita' del prodotto''. Lo rileva Gina Di Cecco, della De Cecco, ricordando che ''il presidente, il cavaliere Filippo Antonio De Cecco, lo ha definito il valore fondante dell'azienda, fondamentale per la crescita''. Sostenibilita' e' dunque ''capacita' di adeguarsi e misurarsi con i mutamenti sociali, con gli scenari di mercato, ma coerentemente con la mission di base che e' la qualita' del prodotto, la qualita' del sistema azienda''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog