Cerca

Terremoto a L'Aquila, commissione grandi rischi a processo: "Valutazioni inefficaci"

Cronaca

L'Aquila, 25 mag. - (Adnkronos) - I sette componenti della Commissione grandi rischi sono stati rinviati a giudizio dal gup del Tribunale dell'Aquila, Giuseppe Romano Gnagnarella, con l'accusa di omicidio colposo plurimo e lesioni in relazione agli eventi legati al terremoto del 6 aprile 2009. Si tratta di Franco Barberi, presidente vicario della Commissione grandi rischi, Bernardo De Bernardinis, già capo del settore tecnico del Dipartimento di protezione civile, Enzo Boschi, presidente dell'Ingv, Giulio Selvaggi, direttore del Centro nazionale terremoti, Gianmichele Calvi, direttore di Eurcentre e responsabile del progetto C.a.s.e, Claudio Eva, ordinario di fisica all'Universita' di Genova, e Mauro Dolce, direttore dell'ufficio rischio sismico di protezione civile.

L'udienza in composizione monocratica è stata fissata per il 20 settembre prossimo.

Secondo l'accusa, dopo la riunione del 31 marzo 2009, una settimana prima del grande evento sismico, fu rappresentata "una valutazione del rischio sismico approssimativa, generica e inefficace in relazione all'attività della commissione e ai doveri di prevenzione e previsione del rischio sismico". Nel capo di imputazione si legge ancora che "sono state fornite dopo la riunione informazioni imprecise, incomplete e contraddittorie sulla pericolosita' dell'attivita' sismica vanificando le attivita' di tutela della popolazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog