Cerca

Mafia: Dia Palermo, comitato affaristico in combutta con sale giochi (4)

Cronaca

(Adnkronos) - Ma l'uomo non si limitava solo a riferire informazioni di natura riservata ma "dispensava consigli e suggerimenti -spiega il dirigente Dia di Palermo Giuseppe d'Agata- al fine di aggirare le norme vigenti ed evitare le conseguenti sanzioni. In cambio della propria disponibilita' a 'chiudere un occhio' Polizzi faceva richieste di vario genere ai suoi interlocutori" che lo accontentavano immediatamente.

Cosi', e' emerso che Polizzi otteneva illecitamente l'assunzione di personale presso varie sale Bingo, somme di denaro e benefici di vario genere, tra cui viaggi, alberghi e perfino escort. Cosi' e' stato delineato uno stato di "diffusa corruzione gestita da un comitato affaristico all'interno dell'azienda dei Monopoli di Stato di Palermo, costituito, oltre che da Polizzi anche dall'ex dirttore Nicola Andreozzi e dal suo vice Salvatore Magno". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog