Cerca

Toscana: Lega Nord, cooperazione con Zhejiang ennesimo cavallo di Troia

Cronaca

Firenze, 25 mag. - (Adnkronos) - ''Il progetto per definire un modello di cooperazione tra Toscana e Cina nel settore della ricerca e dell'innovazione? E' l'ennesimo cavallo di Troia. A quanto pare, il caso di Prato non ha insegnato ancora nulla al Presidente Enrico Rossi''. E' quanto sostiene Antonio Gambetta Vianna, capogruppo della Lega Nord Toscana in Regione, sulla cooperazione in ambito di ricerca e innovazione ''fortemente voluta'' dalla Giunta Rossi.

''La Regione - prosegue il leader del Carroccio - scende a patti con la provincia dello Zhejiang, conosciuta soprattutto per i casi di maltrattamento dei lavoratori e per le precarie condizioni ambientali in cui versa. Oltre all'analisi morale, bisogna tenere di conto anche dei dati dell'interscambio economico tra l'Italia e la Cina. Secondo la relazione del 2009 dell'Italian Trade Commission, l'Italia esporta nello Zhejiang circa 234 milioni di euro di beni, soprattutto macchinari e prodotti in rame, ed importa la bellezza di 2,5 miliardi di euro di prodotti, soprattutto maglieria, tessuti e abiti spesso tossici. Favorire l'invasione nel nostro mercato di prodotti manifatturieri legati storicamente alla produzione toscana non ci appare sicuramente una mossa attenta alla nostra economia''.

''E riteniamo preoccupante che la provincia cinese voglia sviluppare, come primo tassello della ''cooperazione'', un centro di ricerca nel settore del tessile'', aggiunge Gambetta Vianna. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog