Cerca

Turismo: Ville venete 'motori' del territorio (2)

Economia

(Adnkronos) - Nell'occasione sara' presentata la Carta dei Servizi, documento di impegni per i proprietari che intendano aprire le loro Ville storiche, per farne anche momento anche espositivo delle tipicita' del territorio.

Alla presentazione dell'iniziativa seguira' un confronto tra proprietari, operatori economici e rappresentanti istituzionali, finalizzato a mettere a fuoco le potenzialita' di creazione di valore aggiunto che possono derivare da nuove funzioni economiche affidate a questi monumenti. ''Le nostre Ville, nel Veneto ce ne sono migliaia - ha ricordato Finozzi - non nascono dal capriccio di qualche nobile, ma dall'esigenza di creare centri di economia agricola, innovativa nella forma e nella gestione, rispondenti anche alla voglia di bellezza e all'importanza del casato. La pace portata nella terraferma dalla Serenissima Repubblica ha consentito di farne delle realta' particolari, aperte all'ambiente circostante. Lo sviluppo della societa' moderna ha spesso sottratto a questi edifici di assoluto pregio la loro funzione economica originaria, che noi oggi vogliamo proporre in maniera diversa, rispondente alla nuova realta' che si e' creata''.

Il confronto tra proprietari e operatori sara' riproposto nei prossimi giorni anche a: Villa Widmann Borletti di Bagnoli di Sopra 27 maggio); Villa Sceriman, Foscari, Widmann, Rezzonico di Mira 88 giugno); Villa Tiepolo Passi di Carbonera (10 giugno); Villa Allegri Arvedi di Cuzzano di Grezzana (22 giugno); Villa De Manzoni ai Patt di Sedico (24 giugno).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog