Cerca

Reggio Calabria: inquirenti su funzionari comunali arrestati, gestivano 'sistema di potere'

Cronaca

Reggio Calabria, 25 mag. - (Adnkronos) - Un vero e proprio ''sistema di potere affaristico illegale''. Cosi' il procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, e il procuratore aggiunto, Ottavio Sferlazza, definiscono il meccanismo che vigeva all'interno dell'ufficio comunale reggino nei settori urbanistica ed edilizia retto da funzionari e impiegati accusati di associazione a delinquere, corruzione e abuso d'ufficio.

Avevano un vero e proprio prezziario per le prestazioni, a seconda che ai cittadini servisse una concessione, un documento che erano disposti anche a falsificare, oppure un progetto. Uno dei personaggi di spicco dell'inchiesta e' l'architetto Giuseppe Melchini, gia' sottoposto a un'indagine interna disposta dal Consiglio comunale nel 2008, in seguito alla quale venne trasferito all'ufficio programmazione dell'assessorato ai lavori pubblici. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog