Cerca

Reggio Calabria: inquirenti su funzionari comunali arrestati, gestivano 'sistema di potere'

Cronaca

0

Reggio Calabria, 25 mag. - (Adnkronos) - Un vero e proprio ''sistema di potere affaristico illegale''. Cosi' il procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, e il procuratore aggiunto, Ottavio Sferlazza, definiscono il meccanismo che vigeva all'interno dell'ufficio comunale reggino nei settori urbanistica ed edilizia retto da funzionari e impiegati accusati di associazione a delinquere, corruzione e abuso d'ufficio.

Avevano un vero e proprio prezziario per le prestazioni, a seconda che ai cittadini servisse una concessione, un documento che erano disposti anche a falsificare, oppure un progetto. Uno dei personaggi di spicco dell'inchiesta e' l'architetto Giuseppe Melchini, gia' sottoposto a un'indagine interna disposta dal Consiglio comunale nel 2008, in seguito alla quale venne trasferito all'ufficio programmazione dell'assessorato ai lavori pubblici. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media