Cerca

Libri: la Hornby racconta in 'Un filo d'olio' la sua infanzia

Cultura

Palermo, 25 mag.-?(Adnkronos) - Un viaggio a ritroso, che parte dalla sua infanzia, le vacanze estive, i riti del viaggio, e soprattutto il cibo. Il nuovo libro di Simonetta Agnello Hornby "Un filo d'olio" (Sellerio editore Palermo, 266 pagg., 14 euro) e' una memoria familiare e nello stesso tempo un romanzo autobiografico. Tra le pagine dell'autrice del fortunato 'La Mennulara' c'e' un ritratto intenso della Sicilia anni Cinquanta in una famiglia dell'aristocrazia terriera. Lo scenario e' quello della casa di campagna, dove l'avvocato italo-inglese,ma con le radici ben piantate in Sicilia, ha trascorso le estati della sua infanzia e giovinezza.

La Hornby racconta quelle estati, i riti del viaggio, l'arrivo nella casa di campagna a Mose', i cugini, ma anche i giochi, gli svaghi. "Da anni desideravo trascrivere le ricette dei dolci di nonna Maria, annotate da lei in un quadernetto con le pagine numerate e corredato di indice, un libro vero e proprio - dice l'autrice - Avevo in mente un lavoro a quattro mani con mia sorella Chiara. Nonostante da quarant'anni viviamo in isole diverse, ogni estate ci ritroviamo a Mose' - la nostra campagna - e cuciniamo ancora come ci hanno insegnato mamma e zia Teresa. L'idea era quella di far rivivere la cultura della tavola di casa nostra attraverso le sue ricette, fotografie d'epoca e alcune pagine 'narrative' per le quali avrei attinto ai nostri ricordi e ai racconti di mamma". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog