Cerca

Rai: Cdr Tg1, ritorsione sulla Anzaldo che perde telecronaca del 2 giugno

Politica

Roma, 25 mag. - (Adnkronos) - "Suona come una ritorsione" la decisione di togliere ad Elisa Anzaldo la telecronaca della festa della Repubblica del 2 giugno. Lo denuncia in una nota il Cdr del Tg1. "Il fatto che la collega Elisa Anzaldo lasci la conduzione del telegiornale e' un problema non solo suo, come afferma il direttore Minzolini, ma di tutta la redazione", sottolinea il cdr.

"Sui temi da lei posti, su pluralismo e completezza dell'informazione, il Cdr -sottolinea il comunicato dell'organismo sindacale della testata- ha piu' volte sollecitato il Direttore ad un maggiore equilibrio, soprattutto dopo le multe inflitte dall'Agcom ed in periodo di par condicio elettorale. E continuera' a farlo, a tutela della credibilita' del lavoro di tutta la redazione, anche garantendo tutela sindacale a lei e a tutti i colleghi che - secondo contratto - hanno ''il diritto insopprimibile di non vedere la propria firma, voce o immagine associata a servizi o notizie nei cui confronti abbiano espresso motivato dissenso''.

"Suona invece di ritorsione la decisione immediata di togliere alla collega la telecronaca del 2 Giugno a lei gia' affidata. Il Cdr vigilera' affinche' la collega possa - come lei chiede - continuare a svolgere la mansione di caposervizio di line della redazione Cronaca. Di tutto questo avremmo voluto parlare con la consueta franchezza con il direttore, che oggi pero' non ha trovato il tempo per incontrarci, rinviando il colloquio ai prossimi giorni", conclude il Cdr.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog