Cerca

Governo: Berlusconi, sovranita' non appartiene a popolo ma a Md e ai suoi pm

Politica

Roma, 25 mag. (Adnkronos) - "Noi pensiamo che la sovranita' appartenga al popolo? No e' di Magistratura democratica e dei suoi pm". Lo dice il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel corso della puntata di 'Porta a porta' al termine di un ragionamento sulle difficolta' che incontra un premier nel portare a compimento le riforme varate dal Consiglio dei ministri.

"Io ho un solo potere -afferma- quella di suggerire una legge al Parlamento" e poi, con la debita firma del capo dello Stato, comincia il lungo iter in Parlamento con le modifiche apportate dalle commissioni e dall'Aula di ciascuna Camera. Alla fine, ricorda il Cavaliere se il capo dello Stato la ritiene in linea con gli interessi generali e rispettosa della Costituzione la firma "se no torna indietro".

Ma non e' finita li', e' il lamento del premier, perche' "se la legge poi non piace alle Procure, la portano di fronte alla loro Corte costituzionale che la abroga". Ecco, la conclusione per cui la sovranita' non appartiene piu' al popolo ma a "magistratura democratica" e ai "suoi pm".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog