Cerca

Lazio: Buontempo, riformare le Ater

Cronaca

Roma, 25 mag. (Adnkronos) - ''Le Ater devono diventare protagoniste di una fase nuova, non gestendo soltanto l'ordinaria amministrazione ma contribuendo a cambiare il rapporto di lavoro con l'ente regionale. Servono altre regole, bisogna cambiare la legge regionale sulla gestione del patrimonio immobiliare delle Ater, perche' non e' concepibile che chi ha un reddito di 100 mila euro possa continuare ad abitare in un alloggio Erp. Bisogna intervenire sulla morosita', stimolare l'impiego di strumenti alternativi nell'edilizia pubblica come l'autorecupero e l'autocostruzione, sviluppare l'housing sociale per soddisfare le esigenze di disabili, anziani, studenti universitari, coppie separate, serve una regolamentazione seria degli affitti. Trasformandosi in aziende pubbliche a capitale misto, le Ater potrebbero poi ottimizzare le loro potenzialita'''. Lo ha detto l'assessore alle Politiche per la casa della Regione Lazio, Teodoro Buontempo, nel corso del suo intervento al primo convegno delle Ater del Lazio, ''Edilizia popolare e sociale, quale futuro?'', che si sta svolgendo a Monte Compatri alla presenza dei vertici delle sette Ater regionali.

''Occorre una collaborazione piu' stretta tra Regione e Ater - ha proseguito Buontempo - per dare risposte chiare e trasparenti agli inquilini delle case popolari, ma anche per sviluppare una migliore attivita' sul fronte delle vendite degli alloggi, magari fissando un termine dopo il quale definire nuove regole che facciano riferimento a fattori come il reddito degli assegnatari e il luogo dove sono costruiti gli edifici. Dobbiamo essere in grado di soddisfare le richieste di tutti coloro ai quali abbiamo consegnato una casa di edilizia popolare''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog