Cerca

Stragi naziste: 3 tedeschi condannati a ergastolo per eccidio Fucecchio

Cronaca

Firenze, 25 mag. - (Adnkronos) - Il Tribunale militare di Roma ha condannato all'ergastolo tre ex militari tedeschi per l'eccidio del Padule di Fucecchio (Firenze) del 23 agosto 1944, quando vennero massacrate in poche ore 184 persone. Il Tribunale ha anche disposto un maxi-risarcimento alle vittime costituitesi parte civile: 13 milioni di provvisionale, a carico dei tre ex militari e della Repubblica Federale di Germania, individuata quale responsabile civile.

I tre condannati all'ergastolo sono l'ex maresciallo Fritz Jauss, 94 anni, l'ex capitano Ernst Pistor, 91 anni, e l'ex sergente Johan Robert Riss, 88enne. I tre sono contumaci. Il 23 agosto del 1944 i soldati della XXVI Divisione corazzata dell'Esercito del Reich fecero una retata nelle campagne del Padule di Fucecchio, in cerca di partigiani. Trovarono solo anziani, donne e bambini, e ne uccisero 184, senza pieta': alcuni erano dei neonati. Sono stati condannati all'ergastolo per strage compiuta con le aggravanti dei motivi abietti, della crudelta' e della premeditazione.

Si erano costituite parti civili al processo la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Toscana e numerosi enti locali, tra cui i Comuni di Fucecchio e Monsummano (Pistoia), oltre ovviamente ai famigliari delle vittime della strage, uno dei piu' gravi eccidi nazisti in Italia dopo Marzabotto e Sant'Anna di Stazzema.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog