Cerca

Sanita': Smi-Intesa sindacale, 3 giugno sciopero medici famiglia Lazio (2)

Cronaca

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - Ma le richieste dei sindacati - secondo Marotta - sono state puntualmente disattese. "La validita' annuale della ricetta rossa; le linee Adsl (che sono a costo zero per la Regione); la possibilita' di avere una piattaforma informatica comune per tutti i medici di medicina generale, anche per rendere la cartella elettronica dei pazienti una realta' non solo teorica. Invece tutto e' caduto nel dimenticatoio. Motivo per cui siamo costretti a farci 'ascoltare' proclamando uno sciopero che non avremmo voluto indire, soprattutto per evitare disservizi alla popolazione gia' fortemente provata da un periodo economico finanziario molto complesso".

Marotta spera pero' fino all'ultimo in un'intesa con la Regione. "Auspichiamo - conclude - che entro il 3 giugno la Regione Lazio dia un segnale positivo, perche' i medici del Servizio sanitario nazionale sono sempre e comunque dalla parte del cittadino. E, proprio per questo, non accettiamo nella maniera piu' assoluta che non vengano rispettati i patti".

Secondo Intesa sindacale, "la Regione non rispetta gli accordi e gli impegni sottoscritti con le organizzazioni sindacali, non fornisce ai medici gli strumenti per l'informatizzazione di fatto rendendo impossibile la creazione di una piattaforma digitale comune per la medicina generale. Se anche nella riunione del 30 maggio, dopo gli altri infruttuosi tentativi messi in atto per giungere ad una soluzione e non recare ulteriori disagi ai cittadini, la Regione non riuscira' a garantire lo sblocco della situazione, divenuta insostenibile per la categoria, Intesa sindacale partecipera' alla giornata di protesta programmata per il prossimo 3 giugno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog