Cerca

Milano: imam Pallavicini, moschea? propaganda politica offende dignita' musulmani

Politica

Roma, 26 mag. - (Adnkronos) - "Temo che la loro prospettiva non sia quella di parlare ai musulmani, ma sia solo muovere emotivamente l'elettorato milanese: il nome delle moschee accompagna la propaganda politica per fare false promesse o false minacce, che non fanno bene ne' alla politica ne' alla dignita' dei musulmani". L'imam milanese Yahya Pallavicini, vicepresidente della Coreis italiana e consigliere del ministro dell'Interno nel Comitato per l'Islam italiano, commenta cosi' all'ADNKRONOS il dibattito in corso a Milano tra i due candidati sindaci in corsa per i ballottaggi, Giuliano Pisapia e Letizia Moratti, sull'ipotesi di realizzare una grande moschea nel capoluogo lombardo.

"Si parla di grande moschea o piccole moschee - continua Pallavicini - ma nessuno di noi e' mai stato contattato da nessuna parte politica: nel momento in cui si utilizzano questi argomenti in campagna elettorale sarebbe piu' decoroso e serio sentire almeno la voce dei diretti interessati".

Secondo l'imam, "questo dimostra che non si sa nulla dell'Islam ne' dei cittadini milanesi di religione islamica, e la dice lunga sul grado di strumentalizzazione dell'argomento".

Inoltre, sottolinea Pallavicini, che e' anche membro dell'assemblea dei soci della moschea della Capitale, "esportare il modello della moschea di Roma sarebbe difficile: ha la sua storia specifica e comunque concorre anche dal punto di vista artistico, culturale e religioso al valore aggiunto della capitale del pluralismo religioso''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog