Cerca

Carceri: detenuti informatizzeranno fascicoli tribunale sorveglianza Lazio

Cronaca

Roma, 26 mag. - (Adnkronos) - Saranno i detenuti del carcere di Rebibbia Nuovo Complesso ad informatizzare e digitalizzare, con oltre un anno di lavoro regolarmente retribuito, gli oltre 140.000 fascicoli dell'archivio del Tribunale di Sorveglianza di Roma e del Lazio. Il progetto e' stato presentato questa mattina a Roma dal Garante dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni, dal capo del Dipartimento per l'Amministrazione Penitenziaria, Franco Ionta, dal presidente del Tribunale di Sorveglianza di Roma e Lazio, Giovanni Tamburrino, e dal direttore del carcere di Rebibbia Nuovo Complesso, Carmelo Cantone.

Il progetto e' interamente finanziato dalla Cassa delle Ammende, l'ente con personalita' giuridica istituito al Dap che si occupa di finanziare programmi di assistenza e di reinserimento di detenuti e internati e progetti di edilizia penitenziaria finalizzati al miglioramento delle condizioni carcerarie.

L'idea di informatizzare l'archivio del Tribunale di Sorveglianza di Roma e del Lazio va a soddisfare molteplici necessita': riordinare ed informatizzare l'imponente massa di documenti relativi ai procedimenti dei detenuti nelle 14 carceri del Lazio, rendere piu' funzionale, snella ed efficiente l'attivita' della magistratura di sorveglianza sul territorio regionale e infine far lavorare oltre 12 detenuti, regolarmente assunti da una cooperativa sociale. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog