Cerca

Alimenti: a Firenze un convegno sul consumo di carne

Cronaca

Firenze, 26 mag. - (Adnkronos) - ''Oggi, alla luce delle grandi paure per mucca pazza e influenza suina e aviaria il settore della carne e' uno dei piu' sicuri che esista nel nostro paese. Proprio in virtu' di queste emergenze il comparto tutto ha reagito e la sicurezza alimentare, in particolare in termini istituzionali, e' piu' che garantita''. Si e' aperto con queste parole del direttore di Isad, Augusto Marinelli, il seminario intitolato ''Il consumo di carne: fra salute, tradizione e competitivita''' organizzato da Isad-Accademia dei Georgofili in collaborazione con l'Accademia della Fiorentina che si e' svolto a Firenze presso l'Accademia dei Georgofili.

''Resta invece attuale - ha proseguito Marinelli - il dibattito sulla relazione tra allevamenti e emissione di gas serra. Sebbene infatti solo il 3,5% di esse siano imputabili agli allevamenti, va considerato che le previsioni di consumo sono sempre piu' elevate e quindi che la questione potrebbe assumere un peso piu' rilevante''.

Marinelli si e' poi soffermato su alcuni dati: ''Nel mondo si allevano circa 1 miliardo di bovini con 56 milioni di tonnellate prodotti, e in alcuni paesi, come il Brasile o l'India, il consumo e' cresciuto e continua a crescere, mentre in Europa si registra un calo, sebbene lieve dell'1%. A livello mondiale il consumo e' stabile; in Italia si mangiano 92 kg di carne procapite all'anno, contro i 25kg del 1982 o addirittura gli 8 kg del 1901''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog