Cerca

Vertice G8, i Grandi riuniti a Deauville: "Stop alle violenze in Libia e Siria"

Esteri

Deauville, 26 mag. - (Adnkronos/Ign) - I capi di Stato e di governo del G8 sono riuniti oggi e domani a Deauville, in Normandia, sotto presidenza francese, in un summit dedicato alla 'primavera araba' dopo le rivolte in Medio Oriente ed in Nordafrica ed alla sicurezza nucleare dopo l'incidente alla centrale di Fukushima.

I Grandi, secondo quanto si legge nella bozza di dichiarazione finale del vertice, chiedono lo stop alle violenze in Libia e Siria. I leader degli otto Paesi piu' industrializzati del mondo esortano il regime del presidente siriano Bashar al Assad a "cessare l'uso della forza e dell'intimidazione contro il popolo siriano e ad avviare un dialogo e le riforme fondamentali". Quanto alla Libia, il G8 chiedera' "la fine immediata dell'uso della forza da parte del regime di Gheddafi" in Libia, ribadendo il sostegno ad "una soluzione politica che rifletta la volonta' del popolo".

I leader del G8 - si legge ancora nella bozza - lanceranno con Tunisia ed Egitto, paesi protagonisti della 'primavera araba', una "partnership duratura". Nel testo si sottolinea che i due Paesi sono "impegnati a transizioni democratiche", nel rispetto delle aspirazioni dei loro popoli.

Per quanto riguarda il nucleare poi, i leader del G8 sono "pienamente fiduciosi" nella capacita' del Giappone di riprendersi dopo l'incidente di Fukushima e confermano la loro disponibilita' a nuovi aiuti, se necessario.

I leader di Francia, Italia, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, Canada, Russia e Giappone discuteranno anche, nonostante il tema non sia ufficialmente in agenda, della successione a Dominique Strauss-Kahn alla guida dell'Fmi. Per il vertice del Fondo monetario internazionale si e' candidata ieri ufficialmente il ministro dell'Economia francese, Christine Lagarde, tra le obiezioni dei Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica), contrari all'"obsoleta convenzione" di assegnare la direzione dell'Fmi ad un europeo. E' probabile che nella discussione tra i leader del G8 entri anche la crisi greca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog