Cerca

Fincantieri, Romani: serve sforzo di tutti. La Camusso: siamo preoccupati

Economia

Roma, 26 mag. (Adnkronos) - "La cantieristica deve restare una filiera produttiva importante perché è una punta di eccellenza, storica nel nostro Paese. Occorre dunque puntare sulla competitività e la difesa dell'occupazione. Ma serve lo sforzo e l'impegno di tutti". Così il ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, dal palco dell'assemblea generale di Confindustria, sulla grave crisi di Fincantieri.

"La situazione di Fincantieri la seguiamo da tempo con le organizzazioni sindacali. Quel piano deve essere negoziato e discusso", ha detto poi ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, ai cronisti entrando in assemblea.

Dal sindacato replica Susanna Camusso: ''Vorrei ricordare che il tavolo è aperto da due anni e non vedo risposte concrete'', spiega a margine dell'assemblea di Confindustria il segretario generale della Cgil in vista dell'incontro su Fincantieri. Per quanto riguarda l'incontro previsto con il vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani, il leader della Cgil sottolinea: ''Credo che bisogna parlare di quali politiche per la cantieristica a livello europeo''. Sulla questione di Fincantieri non siamo noi a mettere pressione al governo: è piuttosto il piano aziendale che ha destato nei lavoratori legittime preoccupazioni'', aggiunge la leader della Cgil.

''Quello che può fare l'Ue lo faremo'', dice il Commissario Ue all'Industria e vicepresidente della Commissione Ue, Antonio Tajani, in vista dell'incontro che avra' ''domani alle 16.30 con Cgil, Cisl, Uil e Ugl'' per Fincantieri. Un incontro, sottolinea, ''che non sarà solo politico ma anche tecnico visto che porterò dei tecnici dell'Ue''. C'è una strategia Ue, 'leadership 2015', spiega Tajani, ''che è attiva, che porta sul settore della cantieristica e che mette a disposizione dei fondi per l'innovazione e la ricerca''.

Poi, aggiunge, ci sono altri due strumenti che potrebbero essere applicati. ''Il fondo per la globalizzazione e il fondo sociale europeo che non sono sussidi alla disoccupazione ma possono essere utilizzati in caso di esuberi''. Infine, sottolinea Tajani, ''bisogna puntare anche ad incentivare il turismo crocieristico e l'industria della difesa. Penso che il settore della cantieristica italiano possa partecipare alle iniziative Ue''.

Intanto anche oggi operai in azione per protestare. Decine di dipendenti Fincantieri stanno occupando la stazione della Circumvesuviana di Pompei. Grossi disagi per i pendolari e i turisti in visita al tempio della Madonna del Rosario e degli scavi. Sul posto è intervenuta la polizia.

Due ore di sciopero, oggi e domani, nello stabilimento di Genova Sestri Ponente, blocco delle merci e scioperi a rotazione di due ore a Sestri Levante. Sono le iniziative di protesta adottate dai dipendenti di Fincantieri in Liguria. Questa mattina i lavoratori sono scesi in sciopero dalle 10 alle 12 per protestare contro l'azienda che ha fatto togliere dai cancelli gli striscioni di protesta contro la chiusura del cantiere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog