Cerca

Chimica: firmata intesa polo verde per Porto Torres

Economia

Roma, 26 mag. - (Adnkronos) - Sottoscritto il protocollo d'intesa per la chimica verde a Porto Torres. Governo, enti locali della Sardegna, l'Eni e i sindacati hanno raggiunto oggi un accordo a Palazzo Chigi per fare del Petrolchimico sardo un nuovo polo della chimica verde. Le parti firmatarie favoriranno la riconversione industriale del sito petrolchimico di Porto Torres, che conta oltre 2.000 lavoratori compresi quelli dell'indotto, ''in un polo di produzione di monomeri-bio, bio-plastiche, bio-lubrificanti, additivi per gomme ed elastomeri nonche' di cogenerazione da biombasse che costituisca volano per la ripresa dell'economia locale del comparto chimico e di quelli collegati dell'agricoltura, della ricerca e dell'innovazione'' e per ''promuovere lo sviluppo e l'utilizzo su larga scale di fonti energetiche compatibili''.

Le cifre in ballo sono pari a 730 milioni di euro di investimento da parte di Eni e Novamont. Per la prima fase serviranno 100 mln di euro, per la seconda 50 mln, per la terza 300 mln. Saranno impiegati poi 50 mln di euro per le infrastrutture industriali e la realizzazione del centro di ricerca di carattere universitario.

Infine, da Enipower saranno spesi fino a 230 milioni di euro per la nuova centrale a biomasse e l'adeguamento di quella esistente. Tre le fasi che saranno seguite per la costruzione del nuovo Polo, con avvio nel 2011 e completamento previsto nel 2016, che prenderanno il via con la costituzione da parte di Polimeri e Novamont di una nuova societa' a partecipazione paritetica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog