Cerca

Bologna: Udc e Fli, aumento Rc auto e' primo effetto perverso del federalismo

Economia

Bologna, 26 mag. - (Adnkronos) - La decisione della giunta provinciale di Bologna di aumentare il prelievo fiscale sulle polizze Rc auto "e' il primo effetto perverso del cosiddetto federalismo fiscale: a fronte di una situazione finanziaria sempre piu' precaria, si sceglie la scorciatoia piu' facile e piu' penalizzante per i bolognesi che si troveranno a pagare polizze piu' salate". E' quanto affermano in una nota congiunta i consiglieri provinciali del Terzo Polo Mauro Sorbi e Gianfranco Tommasi, e Giuseppe Sabbioni e Sergio Guidotti di Fli.

"La Rc auto passera' dal 12,5% al 16%, con un aumento quindi del 28%", sottolineano i 4 consiglieri, convinti che "ormai la provincia di Bologna si e' trasformata nel Conte Dracula succhiando quel poco che rimane nelle tasche dei cittadini: dopo l'aumento del biglietto del bus, l'odiosa tassazione dei passi carrai, l'aumento delle tariffe dell'acqua, oggi si aggiunge anche quello della Rc auto".

Di questo, osservano gli esponenti di Fli e Udc, "dobbiamo ringraziare l'opportunista scelta nazionale del Pd, che ha contribuito a far approvare i decreti sul federalismo". Secondo il Terzo Polo di Palazzo Malvezzi, infine, "tale decisione mette in evidenza la mancanza d'iniziativa della giunta provinciale che si limita a prendere atto della riduzione dei trasferimenti, perpetrata dal Governo Berlusconi, senza neppure accennare ad una protesta concreta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog