Cerca

Festival: chiude domani con Ben Jelloun il 'Dire Poesia' di Vicenza

Cultura

Vicenza, 26 mag. - (Adnkronos) - Chiude con un ospite di notevole eco internazionale la terza edizione di 'Dire Poesia', il mosaico di incontri con i grandi nomi della poesia contemporanea promosso dal Comune di Vicenza - Assessorato alla Cultura e da Intesa Sanpaolo, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell'Universita' Ca' Foscari di Venezia e con l'Officina arte contemporanea di Vicenza, per la cura di Stefano Strazzabosco. Domani alle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari (ore 18.00) sara' protagonista di un reading delle proprie composizioni il poeta, romanziere e giornalista franco-marocchino Tahar Ben Jelloun.

Ben Jelloun e' uno degli autori piu' conosciuti in Europa. Nato a Fe'z (Marocco) nel 1944, ha iniziato la sua carriera di scrittore nei primi anni '60, partecipando poi attivamente alla stesura della rivista "Souffles" che diventera' uno dei movimenti letterari piu' importanti del Nord-Africa.

Dopo aver conseguito la laurea in filosofia, si e' trasferito in Francia dove ha frequentato l'Universita' di Parigi. Qui ha scritto opere quali "La Plus haute des solitudes" e "La Reclusion solitaire" in cui affronta la difficile condizione degli emigrati magrebini in Francia. L'eco internazionale e' arrivata con la pubblicazione di due lavori di grande importanza quali "L'Enfant de sable" e "La Nuit sacre'e", quest'ultimo vincitore del premio Goncourt e che ha spinto anche le altre opere di Ben jellloun a essere universalmente tradotte. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog