Cerca

Festival: un' 'estaste romana' nel cuore francese di Villa Medici a Roma (5)

Spettacolo

0

(Adnkronos) - Ed infine la danza a chiusura dell'estate.Per la prima volta nella sua storia, dal 5 al 15 settembre 2011, l'Accademia di Francia a Roma - Villa Medici ospita una residenza di danza contemporanea con performer, danzatori e coreografi d'origine africana. Per questo progetto, che segna l'apertura dell'Accademia all'attivita' coreografica all'interno della sua programmazione culturale, sono stati invitati otto artisti che lavorano sul dinamismo e l'originalita' delle forme tipiche della danza contemporanea nel continente africano, Maghreb e Africa Subsahariana: Radhouane El Meddeb (Tunisia - Francia), Aly Karembe (Mali), Ahmed Khemis (Algeria - Tunisia), Seiffedine Manai (Tunisia), Oumaima Manai (Tunisia), Kettly Noel (Mali), Nellisiwe Xaba (Sudafrica), Junior Zafialison (Madagascar).

L'obiettivo e' consentire ai pionieri della danza contemporanea africana di entrare in contatto con i migliori talenti della nuova generazione, in un luogo prestigioso come Villa Medici, per lavorare insieme, confrontarsi e riflettere sulla creazione coreografica. Infatti, al termine di questa residenza, gli otto artisti mostreranno il risultato del loro lavoro in una performance site-specific aperta al pubblico di appassionati e curiosi, giovedi' 15 settembre nei giardini di Villa Medici.

Il progetto vuole rendere omaggio alla cultura e all'arte africana contemporanea che e' stata oggetto di grande attenzione negli ultimi dieci anni, da parte di istituzioni francesi come l'AFAA e CulturesFrance (oggi Institut Français), in collaborazione con i centri culturali francesi all'estero e il loro sostegno alle varie istituzioni africane, e che in Italia rimane forse ancora poco conosciuta.Infine tre serate di danza contemporanea africana saranno organizzate, in collaborazione con il Teatro Quirino di Roma, il 19, 20 e 21 settembre 2011, in cui ciascun artista presentera' un assolo. Per alcuni sara' la prima esibizione in un teatro italiano.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media