Cerca

Hdc: Luigi Crespi, esagerata richiesta pm Milano di condanna a 8 anni

Cronaca

Milano, 26 mag. (Adnkronos) - Luigi Crespi, l'ex sondaggista del premier Berlusconi, imputato nel processo sul crac Hdc definisce "esagerata" la richiesta avanzata dai pm di Milano a 8 anni di carcere "per una vicenda di un fallimento anomalo il cui perimetro delle mie responsabilita' non mi include certamente tra le cause del dissesto finanziario di questa societa', cioe' non ho rubato niente e non mi sono certamente arricchito con questo fallimento".

Alle accuse, spiega attraverso il suo blog "ho risposto in sede processuale, punto per punto, dando conto del mio comportamento che e' sempre stato quello che aveva come obiettivo quello di salvare la societa'. Le mie tesi e l'articolazione della mia posizione in sede processuale non sono state considerate neanche dai pubblici ministeri come false e mistificatorie, ma questo non ha influenzato la richiesta della pubblica accusa".

E annuncia che il 9 giugno, data della prossima udienza, "saro' in tribunale, parlero' ed esporro' tutte le mie ragione che mi vedono vittima di questa situazione e comunque colui che ha pagato il prezzo piu' alto. Voglio mantenere forte ancora la mia fiducia nella giustizia perche' possa restituirmi quanto meno quello che mi spetta, un pezzo di verita' e la mia dignita'".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog