Cerca

Carceri: Sarno (Uil), si allarga la protesta negli istituti penitenziari (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''E' un momento delicato e di particolare tensione -rimarca Sarno- ognuno deve agire con responsabilita', senza alimentare ulteriori pulsioni che potrebbero sfuggire al controllo. Se da un lato i detenuti, legittimamente, protestano contro la deriva di inefficienza e di incivilta' del sistema penitenziario dall'altro anche il personale ha i suoi buoni motivi per dar sfogo alla propria rabbia e frustrazione''.

''E se il livello delle proteste e del confronto si alza, lo si deve esclusivamente all'insensibilita' del ministro Alfano che resta silente ed immobile e del governo che continua a far di niente per deflazionare le criticita', nonostante abbia per due anni proclamato la stato di emergenze per le carceri''.

Domani il segretario generale della Uil Pa Penitenziari sara' impegnato a presiedere la riunione del Direttivo Regionale della Campania, convocato nell'aula magna della Casa Circondariale di Benevento: ''La Campania, unitamente alla Lombardia e alla Sicilia, rappresenta una delle aree detentive di maggiore consistenza. Alle 24.00 di ieri in Campania i detenuti ristretti assommavano a 7.823 (7480 uomini e 343 donne) a fronte di una capacita' massima ricettiva pari a 5.593 (5.376 uomini e 217 donne)''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog