Cerca

Federalismo: presidente Umbria Marini, per regioni sfida incerta

Politica

Perugia, 26 mag. - (Adnkronos) - ''Le Regioni italiane si presentano alla sfida del federalismo avendo di fronte un quadro di incertezze e preoccupazioni, piu' che le opportunita' che ne potrebbero e dovrebbero scaturire''. E' quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenuta questa mattina a Perugia, al seminario di studi ''1971/2011: il regionalismo originario e il federalismo di oggi nella riforma dello Stato. Quale sintesi?'', promosso dal Centro Studi ''Ezio Vanoni'' di Terni.

''Assolutamente diversa -ha aggiunto- e' la condizione delle Regioni che abbiamo conosciuto negli anni '70 rispetto a quella di oggi: l'assetto istituzionale e' stato dapprima radicalmente modificato con la riforma del Titolo V della Costituzione ed ora con le ulteriori riforme introdotte dal nuovo federalismo, a cominciare da quello fiscale''.

Come si presenta l'Umbria a questa sfida? La Presidente ha risposto indicando prima le criticita' ed i rischi che una regione piccola come l'Umbria potrebbe dover incontrare lungo la strada della riforma federalista: ''Si tratta di criticita' e debolezze storiche -ha ricordato- che derivano essenzialmente dalla sua dimensione geografica e demografica che ne determinano una capacita' fiscale piu' ridotta rispetto alla media nazionale. Inoltre, proprio per queste sue caratteristiche, l'Umbria ha anche una piu' elevata spesa pubblica pro capite. Tutto cio' influisce parzialmente anche sulla crescita e sul livello del 'Pil' regionale, la cui crescita e' inferiore alla media nazionale''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog