Cerca

'Dittatura dei giudici', interviene Vietti. ''Caricatura che non favorisce le riforme''

Politica

Roma, 27 mag. (Adnkronos) - ''La rappresentazione caricaturale della magistratura italiana, soprattutto se fatta in sedi internazionali, non aiuta la leale collaborazione tra i poteri e soprattutto non favorisce un sereno percorso riformatore''. Il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, Michele Vietti, ha così replicato alle affermazioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al G8 di Deauville su una presunta dittatura dei giudici di sinistra in Italia.

''Non credo che i magistrati stranieri qui convenuti oggi - ha detto Vietti che presiede a Palazzo dei Marescialli la seconda giornata della riunione della rete dei pg europei - abbiano avuto la sensazione che viviamo sotto una pericolosa dittatura. Siamo impegnati a costruire il profilo europeo del nostro sistema giudiziario. Vorremmo - ha auspicato Vietti - che tutte le istituzioni generali fossero impegnate in questa missione''. Il vicepresidente del Csm è poi tornato sulla riforma costituzionale della giustizia definita ''fondamentale'' ma, ha precisato Vietti, ''non può né deve essere solo una riforma, specie se punitiva, della magistratura''.

Quanto alla possibilità di iniziativa del Csm in relazione alle dichiarazioni del premier, Vietti ha ribadito la posizione del Consiglio che ''non deve farsi trascinare in spirali polemiche''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog