Cerca

Conti Pubblici: Sacconi, attenti al contagio con la Grecia

Economia

Treviso, 27 mag. (Adnkronos) - ''Se ci fosse discontinuita' nel percorso di stabilita', quanto meno subiremmo il contagio della Grecia''. Lo ha detto nel corso di un convegno sui temi dell'integrazione il ministro del lavoro Maurizio Sacconi. ''La tenuta dei conti e' un faticoso percorso continuo, tanto che faremo una manovra di bilancio per mantenere la solidita' dei conti e dovremo implementare le riforme strutturali che abbiamo fatto, dalla previdenza alla sanita' - ha spiegato Sacconi - Pensiamo a cosa vuol dire fare in modo che il Centro-Sud del paese applichi davvero i fabbisogni standard o che i municipi tutti si adeguino ai fabbisogni standard e riducano la pressione fiscale''.

Quindi, per il ministro ha detto che, ''le azioni sia congiunturali che strutturali sulla stabilita' devono essere continuate con tutto l'impegno che richiedono, perche', se ci fosse discontinuita' nel percorso di stabilita', e' evidente che quantomeno subiremmo il contagio della Grecia e vedremmo il differenziale tra i nostri titoli e quelli tedeschi schizzare, invece siamo riusciti a contenerlo nei limiti ben conosciuti''. Sacconi ha poi sottolineato che ''allo stesso tempo la crescita non e' fatta solo di regole, di leggi, e non e' fatta piu' di tanto di spesa pubblica perche' sappiamo i vincoli che dobbiamo affrontare; e' fatta di mobilitazione delle energie del paese, quindi di liberazione delle energie del paese''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog