Cerca

Sanita': Piemonte, favori e corruzione nell'inchiesta della Procura

Cronaca

Torino, 27 mag. (Adnkronos) -Sono dieci le persone coinvolte nella maxi inchiesta per turbativa d'asta e corruzione nella sanita' piemontese condotta dalle Fiamme Gialle e dalla Procura di Torino.

Tra questi e' indagata per turbativa d'asta e turbata liberta' di scelta di vincitore di concorso l'assessore regionale alla Sanita', Caterina Ferrero. Gli arrestati sono il suo braccio destro e consigliere di Scr (Societa' di committenza regionale), Piero Gambarino che e' ritenuto figura centrale dell'inchiesta, il Commissario straordinario dell'Asl To5, Vito Plastino, il sindaco di Cavagnolo Franco Sampo', Marco Mozzati, odontoiatra con studio privato e componente della Dental School delle Molinette e Pierfrancesco Camerlengo (non Pietro Camerlengo come riportato in precedenza), legato a societa' che operano nel settore sanitario.

Agli arresti domiciliari invece, risultano il presidente di Federfarma Piemonte, Luciano Platter e il segretario di Federfarma Torino, Marco Cossolo anche sindaco di Carignano. Inoltre risulta indagato anche l'architetto Pasqualino Fico, per il quale e' stata predisposta l'interdizione dai pubblici uffici per 2 mesi. Coinvolto anche un collaboratore designato per il quale il Gip si riserva di assumere una misura una volta interrogato. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog