Cerca

Libri: Elkann, giusto e utile l'appello di Vargas Llosa ma banale (2)

Cultura

(Adnkronos) - "Cio' che e' sbagliato -rimarca lo scrittore- e' mettere tutti gli scrittori sullo stesso piano. I personaggi popolari, che un tempo animavano le piazze e ora la televisione, ci sono sempre stati. Ma ci sono delle eccezioni: tanto per fare un esempio, nel mondo artigianale c'erano tanti artigiani ma Michelangelo e Raffaello erano i migliori".

"Il grande talento - evidenzia- viene sempre fuori. E puo' nascere ovunque e in qualsiasi momento come un fiume inarrestabile. In un mondo che tende all'omologazione, sono importanti le diversita' culturali". In questo contesto il ruolo degli intellettuali, ribadisce Elkann, "e' quello di mettere in guardia contro gli eccessi e i mali della societa'".

Cio' che manca nel nostro mondo, fa sapere Elkann, "e' il buon senso e la riconoscenza. Per l'arte e la cultura - sottolinea- non puo' esistere una vera e propria regola. La creativita' non puo' essere guidata: il genio nasce dove vuole".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog