Cerca

Islam: musulmani in Veneto preoccupati per violenza su donna velata

Cronaca

Padova, 27 mag. - (Adnkronos/Aki) - "Il Consiglio delle Relazioni Islamiche italiane (Crii) esprime la sua massima preoccupazione e condanna per questo ennesimo atto di violenza e assicura piena solidarieta' alla sorella Hind Talibi, nota per il suo incessante impegno a favore del dialogo interreligioso nella citta' di Padova". E' con queste parole che Issam Mujahed, presidente dell'associazione islamica che per prima ha denunciato l'aggressione subita l'altro ieri a Padova dalla figlia dell'imam cittadino, esprime in una nota la sua preoccupazione per il clima che si respira nel Veneto nei confronti dei musulmani.

"Abbiamo appreso da una telefonata con la Talibi, esponente per il Triveneto del Consiglio delle Relazioni Islamiche italiane e studentessa marocchina residente da anni a Padova, che ha subito due giorni fa una grave aggressione di stampo razzista da parte di una donna italiana - spiega Mujahed - Chiediamo alle autorita' competenti di provvedere all'immediata identificazione della persona che si e' resa responsabile di questo atto vile e odioso, di compiere i necessari accertamenti e di applicare le leggi vigenti in merito all'accaduto". Per il gruppo islamico, "il fatto che il velo sia di importante rilevanza religiosa per la donna musulmana e che la sorella Talibi sia la figlia di uno degli esponenti della comunita' musulmana del Veneto costituisce un'aggravante da non sottovalutare".

Si dice preoccupata per l'aggressione subita dalla giovane studentessa marocchina anche Silvia Layla Olivetti, dirigente del 'Movimento per la tutela dei diritti dei musulmani', con sede a Venezia. "Subito dopo l'aggressione subita dalla giovane - spiega - abbiamo rilevato una serie di messaggi minacciosi rivolti a lei e a tutte le musulmane che portano il velo su diverse pagine di 'Facebook'. In particolare questo genere di messaggi sono apparsi su una pagina del social network dal titolo 'Bruciamo il Corano', nella quale si invitano la gente ad aggredire altre donne velate".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog