Cerca

Cosenza: campagna elettorale avvelenata, tra accuse e querele

Politica

Cosenza, 27 mag. - (Adnkronos) - La campagna elettorale per la conquista di Palazzo dei Bruzi si caratterizza, negli ultimi giorni che precedono il ballottaggio, per i toni molto accesi con cui il candidato sindaco del centrosinistra Enzo Paolini attacca frontalmente il candidato del centrodestra Mario Occhiuto.

Nei giorni scorsi Paolini ha reso noti alcuni atti giudiziari che riguardano il suo avversario, su presunti debiti non onorati, e ha rincarato la dose parlando di un procedimento pendente per truffa al Tribunale di Cosenza. Occhiuto, architetto noto in tutto il mondo e soprattutto in Cina, ha risposto con una querela e ha proseguito gli incontri programmati per parlare delle sue idee sulla citta'.

In una iniziativa pubblica il governatore e coordinatore regionale del Pdl Giuseppe Scopelliti aveva rivelato che Paolini si era proposto come candidato sindaco del centrodestra, salvo poi decidere di candidarsi con l'appoggio di liste civiche e alcuni partiti del centrosinistra. Nessun apparentamento per entrambi i candidati. Paolini ha incassato da subito l'appoggio del sindaco uscente Salvatore Perugini. A favore di Occhiuto si sono schierati, tra gli altri, il candidato Sergio Nucci e Api. Per la chiusura della campagna elettorale, manifestazione e concerto in Piazza dei Bruzi organizzato dal centrodestra. Tour in diverse zone della citta' per il centrosinistra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog