Cerca

Verona: fallimento pilotato da due imprenditori, arrestati da Gdf

Cronaca

Verona, 27 mag. - (Adnkronos) - La Guardia di Finanza di Verona ha concluso una complessa ed articolata indagine di polizia giudiziaria, che ha portato all'arresto di due imprenditori coinvolti a vario titolo nel fallimento di una azienda operante a livello nazionale nel settore della fabbricazione di cisterne e serbatoi. I due imprenditori coprivano ammanchi dalle casse societarie generando fatture per operazioni commerciali mai avvenute che, successivamente, venivano presentate alle banche per ottenere anticipazioni in contanti.

Il denaro non veniva tuttavia destinato alle casse societarie ma veniva trattenuto. Le indagini hanno quindi accertato la distrazione dalle casse societarie della Alkom Alluminio Spa oltre 1,6 mln di euro, ricorso abusivo al credito per circa 420mila euro e appropriazione indebita per oltre 700mila euro. In manette, si legge in una nota della Guardia di Finanza, Vincenzo Rodo, residente a Latina, amministratore della societa' gia' noto alle forze dell'ordine, e Claudio Bottan, residente nel trevigiano, noto per precedenti relativi al contrabbando.

L'identificazione di Rodo e' risultata alquanto difficoltosa poiche' i dati anagrafici indicati negli atti societari riportavano un altro nominativo (Salvatore anziche' Vincenzao) e, a seguito di approfondite ricerche, si e' accertato come il soggetto si fosse di fatto creato una doppia identita'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog