Cerca

Libano: presidente Suleiman e premier Hariri condannano attacco a Unifil

Esteri

Beirut, 27 mag. - (Adnkronos/Aki) - Una dura condanna per l'attentato di Sidone contro un convoglio dell'Unifil, in cui sono rimasti feriti sei militari italiani, e' arrivato tanto dal presidente libanese Michel Suleiman quanto dal primo ministro uscente, Saad Hariri. Quest'ultimo, citato dal NaharNet, ha dichiarato di essere ''contro ogni tentativo di usare il Libano come una nuova arena per inviare messaggi alla comunita' internazionale''.

''Speriamo che l'Unifil vada avanti con la sua missione, cosi' come previsto dalla risoluzione Onu 1701'', ha aggiunto Hariri. Il presidente Sueleiman, nell'esprimere la sua condanna per l'attentato, ha chiesto alle autorita' competenti di ''aprire quanto prima un'inchiesta'' per scoprire chi ci sia dietro l'attacco. Contro il gesto si era espresso anche lo speaker del parlamento libanese, Nabih Berri.

''Ancora una volta le mani del terrorismo e del sabotaggio hanno colpito le forze Unifil attraverso un vile attentato mirato contro uno dei suoi contingenti", ha detto Berri, presentando le condoglianze "al comando Unifil, in particolare al contingente italiano, augurando ai feriti una pronta guarigione. Invitiamo alla massima vigilanza, al fine di identificare i criminali ed imputare loro le sanzioni piu' severe''. ''Il Libano vive attualmente un vuoto politico che consente ai criminali di pescare nel torbido e colpire il sistema di sicurezza in Libano per fare prevalere il caos'', ha concluso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog