Cerca

Arte: l'artista romano Pietro Ruffo al Caffe' Florian di Venezia

Cultura

Venezia, 20 mag. - (Adnkronos) - Il Caffe' Florian di Venezia, il Caffe' piu' antico d'Italia, presenta l'undicesima edizione di ''Temporanea - Le Realta' possibili del Caffe' Florian'', con la mostra ''Negative Liberty'' di Pietro Ruffo, in collaborazione con Ubs. Dal 3 giugno al 31 luglio Il Florian continua ad essere protagonista, durante la Biennale d'Arte Contemporanea, di un'iniziativa artistica con la quale si vuole ricordare che proprio all'interno dello storico locale di Piazza San Marco nel 1893 nacque l'idea, grazie a Riccardo Selvatico e ad altri intellettuali veneziani, di organizzare la Prima Esposizione della Citta' di Venezia, conosciuta poi internazionalmente come la Biennale.

Dopo Bruno Ceccobelli, Mimmo Rotella, Fabrizio Plessi, Gaetano Pesce, Luca Buvoli, Arcangelo, Irene Andessner, Fausto Gilberti, Botto&Bruno e Marco Tirelli ecco il turno del giovane artista romano il quale reinterpretera' la ''Sala Cinese'' tanto amata da Henri de Re'gnier trasformandola in un bosco di grafite animato da centinaia di libellule tridimensionali. Il titolo ''Negative Liberty'', ovvero liberta' Negativa, prende ispirazione dai due concetti di liberta' di Isaiah Berlin il quale sosteneva che la liberta' ''negativa'' fosse l'assenza di limitazioni o interferenze nei riguardi di cio' che un soggetto e' capace di fare. Maggiore liberta' negativa significa minori restrizioni delle possibili azioni del soggetto. La liberta' positiva invece e' l'idea della padronanza di se stessi, ovvero l'autodeterminazione e l'essere padroni del proprio destino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog