Cerca

Roma: Alemanno, dedicheremo strada capitale a Don Picchi

Cronaca

Roma, 28 mag. - (Adnkronos) - "Domenica 29 maggio ricorre un anno dalla scomparsa di Don Mario Picchi. Un gigante della solidarieta' che ha lasciato un segno profondo nella nostra citta' non solo con le numerose attivita' dedicate al sociale e all'assistenza degli ultimi, ma soprattutto per l'esempio della sua vita che ha donato interamente agli altri trasformandosi in un instancabile buon samaritano, soprattutto per i giovani che ha salvato dalla droga in oltre quaranta anni di attivita' del Ceis". E' quanto scrive il sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno, in una lettera invita a Roberto Mineo, presidente del C.e.i.s. di Don Mario Picchi.

"Don Mario, cosi' mi piace ricordarlo - prosegue Alemanno - per raggiungere il suo ideale, il suo amore all'uomo e al mondo era mosso oltre che da una molla interiore, dalla sua innata curiosita', che lo spingeva a tentare vie sempre nuove per liberare dal disagio e dalla sofferenza chi a lui si rivolgeva. Dalla prima sede del Ceis in via Cairoli, al centro di Roma, fino alle tante case fondate in tutta Italia. La porta sulla strada sempre aperta per accogliere piu' facilmente i giovani in difficolta', facendo del suo 'Progetto Uomo' un modello educativo e terapeutico per la lotta alla tossicodipendenza. Voglio annoverare Don Mario Picchi - aggiunge Alemanno - tra i benefattori di Roma e la nostra citta' lo vuole celebrare dedicandogli una strada". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog