Cerca

San Marino, esposizione canina annullata per sospetti avvelenamenti

Cronaca

Roma, 28 mag. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Annullata l'esposizione internazionale canina di San Marino, che si sarebbe dovuta svolgere oggi e domani, per alcuni sospetti casi di avvelenamento fra gli animali.

Due cani sono morti per aver ingerito o inalato sostanze velenose che i veterinari non sono riusciti ancora a individuare. Decine si sono sentiti male e gli organizzatori si sono visti costretti a chiudere l'evento, dice all'Adnkronos Salute Franco Stacchini, presidente del Kennel Club San Marino.

"Abbiamo dovuto annullare la manifestazione - dice Stacchini - per evitare di vedere morire altri cani. Il sospetto è che ci sia una persona che ha sparso veleno, forse perché odia gli animali. Ma i veterinari non riescono ancora a capire che cosa abbia potuto provocare queste morti".

"Mi sono crollati addosso 27 anni di lavoro nel settore della cinofilia - racconta - e oggi vanno in fumo mesi di lavoro: erano intervenuti a questa importante esposizione 1700 cani da molti Paesi. Riorganizzeremo l'esposizione, ma dovremo trovare un altro posto perché qui, credo, non ci verrà più nessuno".

"Molti cani vomitavano - racconta Alessandro Zeppi, allevatore di Labrador Retriever costretto a lasciare in fretta l'esposizione per evitare di far ammalare i propri animali - compreso un Rhodesian Ridgebak del peso di circa 50 chili. La voce che circolava alla manifestazione è che c'è una persona che, da tempo, a San Marino, dissemina veleni per uccidere i cani. E' stato giusto interrompere l'evento, soprattutto quando si è compreso che sarebbero potuti essere a rischio anche i bambini, presenti numerosi all'esposizione canina".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog